Archivi categoria: Eventi

Pint of science

Dal 20 al 22 maggio, torna a Torino Pint of Science, la manifestazione che porta la scienza e la ricerca nelle birrerie della città.

Per quest’edizione, oltre a Birrificio Torino, Officine ferroviarie, The 1870 Huntsman Pub, Pint of Science avrà una sede speciale, il Mastio della Cittadella, dove è in mostra “Uomo virtuale. Corpo, mente, cyborg.” Proprio per l’occasione la mostra sarà eccezionalmente aperta lunedì 20 maggio dalle 17,30 alle 21,30, mentre martedì 21 e mercoledì 22 l’orario sarà prolungato fino alle 21,30. Gli interventi dei ricercatori sono previsti per le 21,00 nel giardino esterno (dentro in caso di mal tempo).

Come ogni anno, i temi trattati sono diversi e sfaccettati: si parla di genetica, fisica delle particelle, fisica medica, intelligenza artificiale e molto altro.

Consultate il sito per vedere il programma completo.

A Torino inaugura la mostra “Uomo virtuale. Corpo, mente, cyborg.”

Dal 4 maggio apre a Torino una grande mostra che racconta l’uomo con gli occhi della scienza e della tecnologia: un percorso virtuale di 1000 mq animato da installazioni ed exhibit didattico-interattivi che unisce scienza, multimedia e video-arte. La mostra, a cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare sarà visitabile dal 4 maggio al 13 ottobre 2019 al Mastio della Cittadella.

L’uomo come non l’avete mai visto. Scomposto, analizzato, studiato, e ricostruito grazie a occhi tecnologici, inquadrature virtuali e protesi bioniche che compongono un corpo nuovo.

UOMO VIRTUALE. Corpo, Mente, Cyborg v’invita a intraprendere un itinerario scientifico e tecnologico che comincia all’inizio del novecento, con la scoperta dei raggi X, e porta al futuro con le nuove frontiere dell’imaging e della robotica. L’allestimento caratterizzato da videoinstallazioni immersive, giochi interattivi e multi-proiezioni, si snoda in uno spazio di 1000 metri quadri disegnando un percorso coinvolgente e divulgativo attraverso grandi isole-cubo tematiche.

UOMO VIRTUALE. Corpo, Mente, Cyborg è una mostra a cura dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) realizzata in collaborazione con IIT- Istituto Italiano di Tecnologia e con il sostegno della Compagnia di San Paolo, il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione Palazzo Blu e con il supporto dell’Associazione CentroScienza Onlus. Sono partner scientifici: Politecnico di Torino, NICO Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, NIT Neuroscience Institute Torino dell’Università di Torino, INN-Istituto Nazionale di Neuroscienze, la Fondazione Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale”e il Museo Regionale Scienze Naturali della Regione Piemonte.

Galleria fotografica

Sito web http://home.infn.it/it/comunicazione/mostre-e-installazioni/mostre/3478-uomo-virtuale-corpo-mente-cyborg

Facebook: Uomo Virtuale – Corpo, Mente, Cyborg

Vai al comunicato stampa Infn

XXVII International Workshop on Deep Inelastic Scattering and Related Subjects (DIS 2019)

Da lunedì 8 a venerdì 12 Aprile 2019 si svolgerà un evento a cui parteciperanno oltre 300 scienziati provenienti da tutto il mondo, ci racconteranno i risultati ottenuti nel settore delle particelle elementari, con un occhio puntato verso il futuro in questo campo.
La conferenza, dopo aver girato il mondo dal 1993, giunge a Torino per la sua ventisettesima edizione,
in occasione del 50esimo anniversario dalla pubblicazione dei primi articoli sul deep inelastic scattering.
Tutto ciò è realizzato grazie al supporto di: INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Dipartimento di Fisica dell’Università di Torino, Università del Piemonte Orientale, University of Illinois, CERN e DESY.
.

Luca Pozzi incontra gli studenti del Primo Liceo Artistico

Nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro “Segnali dal cosmo”, Luca Pozzi, visual artist già conosciuto dall’Infn, terrà un intervento dedicato al rapporto tra Arte e Scienza. L’incontro è programmato per giovedì 7 marzo alle 14.30 in Aula Magna di Fisica e si rivolge in particolare agli studenti del Primo Liceo Artistico, ma sono invitati a partecipare tutti gli interessati per approfondire un tema ormai di grande rilevanza con un protagonista di sicuro effetto.

Art & Science across Italy fa tappa a Torino

Art & Science across Italy, il progetto promosso dal Cern dedicato alle scuole superiori, fa tappa a Torino. Nove licei della provincia saranno coinvolti in un ciclo di incontri dedicati all’infinitamente, l’infinitamente piccolo, l’imaging e l’entropia. Inoltre i ragazzi avranno l’opportunità di visitare il Cnao di Pavia e il Centro di Conservazione e Restauro di Venaria.

Al termine di questa prima fase formativa i ragazzi saranno invitati a produrre delle opere artistiche a sfondo scientifco da presentare a un concorso nazionale.

LabIl 25 aprile, alle 17.38 ora italiana (00.38 in Giappone) l’acceleratore SuperKEKB ha prodotto le sue prime collisioni tra elettroni e antielettroni, e gli eventi sono stati osservati dal rivelatore Belle II.

I responsabili torinesi dell’esperimento che ha sede a Tsukuba, in Giappone, sono il dott. Roberto Mussa e prof. Fabrizio Bianchi.

Vai al comunicato Infn

 

10 anni di Fermi

La missione Nasa Fermi, realizzata in collaborazione con l’Asi, l’Inaf e l’Infn, celebra il suo decimo compleanno. Per festeggiare questo importante traguardo, l’Infn propone alcuni eventi:

Proiezione sulla Mole Antonelliana: nelle serate dell’11 e 12 Giugno guardate la Mole e vedrete il telescopio Fermi nel cielo di Torino. Per l’occasione, i ricercatori raccontano la missione Fermi in un evento dedicato ai non addetti ai lavori.

Menzione speciale Fermi per That’s A Mole: l’Infn mette in palio un premio per la migliore illustrazione ispirata a Fermi presentata al concorso di illustrazione That’s A Mole.

Concorso artistico per scuole superiori: i ricercatori raccontano agli studenti la scienza e la tecnologia di Fermi, e lanciano un concorso per opere d’arte sul tema per l’anno 2018-2019.

Contatti: Simona Bortot, Uff. Comunicazione Infn-Torino, 0116707272; educom@to.infn.it

 

25 Novembre 2017 Giornata contro la violenza sulle donne

Il 26 Novembre dello scorso anno 200.000 donne, organizzate intorno alla sigla “Nonunadimeno”,  sono scese nelle strade di Roma in una imponente manifestazione contro la violenza sulle donne, ma è dal 2005 che in Italia alcuni centri antiviolenza e Case delle donne hanno iniziato a celebrare questa giornata.

A livello mondiale ormai  tutti gli enti e le associazioni internazionali, come Amnesty International, festeggiano questa giornata con manifestazioni e iniziative politiche e culturali.

Ma come nasce questa giornata?

Il 25 Novembre 1960, mentre si recavano a trovare i loro mariti in prigione, le tre sorelle Mirabal considerate come esempio di donne rivoluzionarie per aver contrastato il regime di Rafael Leónidas Trujillo dittatore della Repubblica Domenicana, furono assasinate dopo essere state torturate e massacrate a colpi di bastone per poi essere gettate in un precipizio, simulando un incidente.

L’assemblea generale dell’ONU ha quindi ufficializzato questa data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste in un incontro tenutosi a Bogotà nel 1981.

Tutti i governi, le organizzazioni nazionali e le Ong sono invitate dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ad organizzare durante questa giornata attività volte alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica.

Quest’anno l’ONU ha indetto la campagna “UNiTE to End Violence Against Women” : ogni venticinquesimo giorno del mese è stato proclamato “Orange Day”, un giorno per agire e prevenire la violenza sulle donne che culmina nelle manifestazioni che verranno organizzate in tutto il mondo dal 25 di Novembre al 10 di Dicembre.

La Sezione di Torino per “Orange the World” ha organizzato un ciclo di seminari tenuti da 12 scienziate provenienti da tutte le parti del mondo.

Vi aspettiamo al Dipartimento di Fisica di Torino il 24 Novembre dalla 9:30 alle 18:30

 

  

(Fonte Wikipedia, www.unwomen.org )

Tweet dallo spazio profondo, onde gravitazionali : teorie, uomini e macchine

Sulla scia della grande scoperta comunicata il 16 ottobre 2017, un interessante approfondimento insieme ad alcuni dei protagonisti della scoperta: Alessandro Nagar, Sebastiano Bernuzzi, Walter Del Pozzo e Giancarlo Ghirlanda.

Siete tutti invitati il 24 ottobre 2017 in Aula Magna Tullio Regge alle ore 17:00 all’incontro dal titolo “Tweet dallo spazio profondo, onde gravitazionali: teorie, uomini e macchine”